Pubblica amministrazione

SERVIZIO GRATUITO DI RACCOLTA E AVVIO A RECUPERO DEGLI INDUMENTI USATI - CER 20.01.10 - 20.01.11

Ente: Comune di Velletri
Oggetto: SERVIZIO GRATUITO DI RACCOLTA E AVVIO A RECUPERO DEGLI INDUMENTI USATI - CER 20.01.10 - 20.01.11
Tipo di fornitura:
  • Servizi
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 12.000,01
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 12.000,00
Oneri Sicurezza (Iva esclusa): € 0,01
CIG: 8737203800
Stato: In corso
Centro di costo: Comune di Velletri - OO.PP/Urbanistica
Data pubblicazione: 28 giugno 2021 14:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 19 luglio 2021 14:00:00
Data scadenza: 28 luglio 2021 14:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • Domanda di partecipazione
  • Documento di Identità
  • DGUE
  • Dichiarazioni integrative
  • PASSOE

Elenco chiarimenti

Chiarimento n. 1

Domanda:

Questa azienda intenderebbe partecipare in RTI Orizzontale con Mandante avente come sola attività, nell'ambito dell'appalto, solo ed esclusivamente quella di Gestione Impianto R3 ed R13. Nell'ambito dei requisiti richiesti dal Bando, nel caso specifico, la mandante svolgendo solo le attività di R3 ed R13 , deve comunque avere gli stessi requisiti previsti ed indicati agli articoli 3.3.1 e 3.3.2 . Inoltre relativamente all'art 18.1 la mandante deve anch'essa possedere, per ottenere i punteggi previsti, le Certificazioni ISO indicate nonchè Implementazione 231, oppure queste ultime è sufficiente siano in capo alla Mandataria . Si ringrazia per la cortese disponibilità

Risposta:

Per ciò che concerne i requisiti richiesti in caso di RTI, si faccia riferimento all'art. 4 del disciplinare di gara.

Relativamente alla valutazione dell'offerta tecnica (rif. art. 18.1 del disciplinare di gara) si chiarisce che si procederà all'attribuzione del punteggio previsto per l'adozione di un modello organizzativo ex D.lgs 231/ 2001 , solo nel caso in cui l'intero raggruppamento garantisca l'applicazione del modello stesso.

Per quanrto riguarda il punteggio relativo al sub criterio B3, si evidenzia che lo stesso verrà attribuito all'operatore (singolo o associato)  che garantisca nel suo complesso  l'adozione di strumenti di qualità, controllo e autotutela di cui gli esenti forniti hanno mera funzione esplicativa. Pertanto verranno valutati positivamente tutti gli elementi utili a garantire l'adozione degli strumenti indicati purchè suddetti elementi siano Effettivi, oggettivi e riscontrabili.

IL RUP

Ing. Maria Maietta

Chiarimento n. 2

Domanda:

In relazione alla gara in oggetto si chiede di esprimere chiarimenti riguardo ad alcune contraddizioni rilevate nell’analisi dei documenti di gara, ed in particolare:

  • nel capitolato speciale di appalto, all’art.1, viene indicato che l’importo a base di gara per l’intero periodo di affidamento è soggetto a rialzo, mentre nel modello 4 allegato per la redazione dell’offerta economica, si fa solo riferimento alla indicazione dell’importo complessivo offerto per servizi ambientali; nello stesso modello peraltro si legge anche che “in caso di discordanza tra il ribasso indicato in cifre e il ribasso indicato in lettere prevale quello più vantaggioso per la Stazione Appaltante”;

  • sia nel Capitolato Speciale di Appalto, all’art.1, che nel Disciplinare di Gara, all’art.2, sembra evincersi che l’importo a base di gara (offerta economica) è fissato a euro 12.000,00 per l’intera durata della concessione. L’art. 16 del Disciplinare di Gara detta la modalità di redazione dell’offerta economica, suggerendo di utilizzare il modello 4 allegato. Su tale modello, si fa riferimento all’offerta economica in termini di importo complessivo da utilizzarsi per la realizzazione di servizi ambientali richiesti dalla Stazione Appaltante, ovvero quelli del punto C dell’offerta tecnica e quelli aggiuntivi quali, a titolo esemplificativo, disinfestazione e/o derattizzazione. A tale riguardo, si richiedono delucidazioni in merito alla corretta modalità di compilazione dell’offerta economica, nonché dell’effettivo importo da considerarsi (euro 12.000,00 quale corrispettivo triennale soggetto a rialzo, ovvero costo sostenuto dall’azienda per la realizzazione dei servizi ambientali).

Si chiede quindi di precisare:

  1. se nel modello offerta economica debba inserirsi l’eventuale rialzo rispetto al costo globale del servizio da corrispondere alla stazione appaltante di € 12.000,00 ovvero se debba inserirsi solo l’importo globale dei servizi ambientali offerti, dovendo quindi implicitamente ritenere che l’importo di € 12.00,00 sia fisso e non soggetto a rialzo/ribasso;

  2. se così fosse, voler precisare perché viene richiesto di inserire anche nel modello di offerta economica l’ammontare economico dei servizi ambientali offerti, tenuto conto del fatto che già è previsto di punteggiare i servizi ambientali fra le voci dell’offerta tecnica. Voler chiarire quindi in che cosa si differenzi la valutazione della voce C dell’offerta tecnica (punti 20) rispetto alla valutazione dell’importo dei servizi ambientali offerti nel modello di offerta economica.

Risposta:

Con riferimento ai quesiti proposti si chiarisce quanto segue:

  1. si conferma che l'importo a base gara per l'intero periodo di affidamento, fissato in trentasei mesi, è soggetto a rialzo; il valore a base gara è fissato in euro 12.000, 00 IVA esclusa. Pertanto, la locuzione “in caso di discordanza tra il ribasso indicato in cifre e il ribasso indicato in lettere prevale quello più vantaggioso per la Stazione Appaltante” presente nel Modello 4 – Offerta economica è da considerarsi un refuso da sostituire con la seguente “in caso di discordanza tra l'importo offerto indicato in cifre e l'importo offerto indicato in lettere prevale quello più vantaggioso per la Stazione Appaltante”;

  2. l'art. 16 del Disciplinare di gara indica chiaramente che “L'offerta economica è riferita all'importo messo a disposizione dal concorrente in termini di servizi ambientali da svolgere, in aggiunta a quelli offerti al punto C dell'offerta tecnica (cfr. art. 18.1), a favore del Comune di Velletri, secondo le richieste dello stesso”, indicando quali possibili servizi interventi di disinfestazione e/o derattizzazione dell'area urbana e degli immobili comunali, ferma restando la possibilità di indicare anche altri servizi che l'operatore sia in grado di offrire secondo l'elenco prezzi da allegare all'offerta economica stessa e nell'ambito dei quali la Stazione Appaltante potrà attingere fino a concorrenza dell'importo complessivo offerto. I servizi ambientali per i quali si chiede offerta economica sono quindi distinti ed ulteriori rispetto a quelli indicati in corrispondenza del criterio di valutazione C- Servizi ambientali dell'offerta tecnica; per questi ultimi si ribadisce che non va in nessun modo indicato il valore economico, nel rispetto del divieto di fornire elementi di valutazione economica di alcun tipo nell'ambito della documentazione amministrativa e dell'offerta tecnica.