Pubblica amministrazione

AVVISO D’ASTA per la vendita del materiale legnoso ritraibile dal taglio di fine turno della sezione boschiva n. 21 “Colle della Noce ”sub lotto “Celeste”, con soprassuolo ceduo castanile di proprietà del Comune di Lariano.Bosco con certificazione PEFC (ICILA-PEFCGFS-004044) e certificazione FSC (ICILA-FM/COC-004045)

Ente: Comune di Lariano
Oggetto: AVVISO D’ASTA per la vendita del materiale legnoso ritraibile dal taglio di fine turno della sezione boschiva n. 21 “Colle della Noce ”sub lotto “Celeste”, con soprassuolo ceduo castanile di proprietà del Comune di Lariano.Bosco con certificazione PEFC (ICILA-PEFCGFS-004044) e certificazione FSC (ICILA-FM/COC-004045)
Tipo di fornitura:
  • Beni
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di valutazione: Massimo rialzo
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo a base d'asta: € 29.000,00
CIG: 0000000000
Stato: Scaduta
Centro di costo: COMUNE DI LARIANO - UFFICIO AMBIENTE
Data pubblicazione: 06 ottobre 2021 13:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 20 ottobre 2021 13:00:00
Data scadenza: 22 ottobre 2021 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • DGUE
  • Domanda di partecipazione (Fac-simile o modulo da compilare)
  • Autocertificazione
  • Documento di Identità
  • Contributo ANAC
  • Cauzione - Fidejussione
  • Eventuali documenti integrativi
  • Modello Offerta economica
Per richiedere informazioni: antonino.tuzi@comune.lariano.rm.it

 

AVVISO D’ASTA

 

per la vendita del materiale legnoso ritraibile dal taglio di fine turno della sezione boschiva n. 21 “Colle della Noce ”sub lotto “Celeste”, con soprassuolo ceduo castanile di proprietà del Comune di Lariano.Bosco con certificazione PEFC (ICILA-PEFCGFS-004044) e certificazione FSC (ICILA-FM/COC-004045)

 

IL RESPONSABILE DEL SETTORE V AMBIENTE

     

RENDE NOTO

 

che è indetta per il giorno 22.10.2021 alle ore 12.00 presso la residenza Municipale un’asta pubblica per la vendita del materiale legnoso ritraibile dal taglio di fine turno della sezione boschiva n. 21 “Colle della Noce” Sub lotto “Celeste”, con soprassuolo ceduo castanile della superficie catastale al taglio di ha 2,88 circa, contrassegnata con vernice di colore celeste e distinta in catasto al foglio 7 con il mappale 17p., di proprietà del Comune di Lariano.

Il lotto in questione fa parte del patrimonio boschivo del Comune di Lariano di maggior consistenza che per gli alti standard di gestione forestale sostenibile adottati ha ottenuto le certificazioni ambientali PEFC (ICILA-PEFCGFS-004044) e FSC (ICILA-FM/COC-004045).

L’aggiudicatario del lotto in vendita dovrà lasciare in dote all’Ente comunale, n. 100 passoni  del diametro in testa di cm 10÷12, della lunghezza di m 2,50, per l’impiego nell’arredo urbano, da consegnare presso il magazzino comunale di via Urbano IV.

L’asta si terrà ai sensi dell’art. 73, lettera C, R.D. 23.05.24 n. 827 e con le modalità di cui al successivo art. 76, commi 1,2 e 3 e dell’art. 66 stesso R.D. con il sistema delle offerte segrete, ad unico definitivo incanto in aumento sul prezzo a base d’asta di € 29.000,00.

Il pagamento del prezzo, pari alla somma dell’importo di aggiudicazione oltre IVA 22% dovuta per legge, spese tecniche relative al progetto di taglio, segnatura e stima per € 1.299,15 (compresa I.V.A. 22% e C.P. 2%), oltre spese di pubblicazione, aggiudicazione, consegna e contrattuali da quantificarsi successivamente, potrà essere corrisposto in unica soluzione alla firma del contratto o in numero due rate di pari importo, così come segue:

- prima rata pari ad 1/2 dell’importo di aggiudicazione oltre IVA sull’intero importo di aggiudicazione, spese tecniche, di consegna, contrattuali e aggiudicazione, da pagarsi alla firma del contratto da stipulare entro 30 giorni dalla data di aggiudicazione ai sensi dell’art. 11 del D.lgs. 163/2006 e s.m.i.;

- restante 1/2 del prezzo di aggiudicazione entro e non oltre il 15 dicembre 2021.

In caso di pagamento rateale, il costo complessivo del bosco, detratta la prima rata, da pagarsi all’atto della stipula del contratto, dovrà essere garantito da idonea polizza fideiussoria di compagnia assicurativa o fideiussione bancaria in favore del Comune di Lariano, irrevocabile, incondizionata ed esigibile a prima richiesta, rilasciata da primari istituti di credito o primarie compagnie assicurative facenti parte delgli elenchi IVASS. Nello specifico, potranno essere ammesse garanzie dalle banche e dalle compagnie assicurative, nonchè dalle “Vecchie Finanziarie 107” e dai Confidi 107”, iscritti nell’Elenco Speciale di cui all’art. 107 del TUB (nella versione antecedente alla modifica introdotta dal decreto legislativo n. 141 del 2010, o “vecchio TUB”), o dalle “Nuove Finanziarie 106” iscritte nell’Elenco Speciale di cui all’art. 106 del nuovo TUB. – In nessun caso potranno essere accettate garanzie emesse da “vecchie Finanzierie  106” o da  “Confidi Minori".

Si precisa che non saranno accettate polizze fideiussorie che riportino tempi inferiori a giorni 30 per l’inoltro della comunicazione dell’avviso di sinistro/pagamento del risarcimento.

La durata della garanzia dovrà estendersi fino alla fine del trimestre successivo alla data della scadenza della seconda rata, al fine di garantire il Comune per il saldo dovuto.

Alla stipula del contratto il deposito cauzionale a garanzia dell’esatta esecuzione degli obblighi contrattuali, nella misura pari al 20% dell’importo di aggiudicazione, dovrà essere costituito nei modi descritti dall’art. 10 del Capitolato d’Oneri o garantito con polizza fideiussoria di compagnia assicurativa o fideiussione bancaria in favore ded Comune di Lariano, irrevocabile, incondizionata ed esigibile a prima richiesta, rilasciata da primari istituti di credito o primarie compagnie assicurative facenti parte degli elenchi IVASS, come sopra specificati, che dovrà rimanere attiva fino a conclusione delle attività di collaudo e comunque per almeno centoottanta giorni oltre il pagamento dell’ultima rata. La fidejussione dovrà espressamente riportare la dicitura “a garanzia dell’esatta esecuzione dei lavori“. Tale cauzione, verrà restituita per lo svincolo successivamente alla sottoscrizione del documento di collaudo finale, il cui onere è a carico della aggiudicataria.

Nell’esecuzione dei lavori di taglio la ditta aggiudicataria dovrà attenersi scrupolosamente a quanto stabilito dal vigente Regolamento forestale ed alle disposizioni contenute nel Progetto di taglio, nel capitolato d’oneri e verbale di assegno al taglio, nonché alle eventuali indicazioni e prescrizioni impartite dalla Stazione dei Carabinieri Forestali e dal Parco dei Castelli Romani, riportate nel rispettivo provvedimentio autorizzativo, qui integralmente richiamati.

L’utilizzazione del bosco sarà effettuata nella stagione silvana 2021/2022 e potrà protrarsi anche nella stagione silvana successiva, secondo le prescrizioni del Parco dei Castelli Romani, salvo eventuali proroghe concesse ai termini dell’art. 16 del capitolato d’oneri.

In merito alle operazioni di esbosco, si precisa che nel periodo di intervallo tra le due stagioni silvane il materiale abbattuto dovrà essere asportato dalla superficie di taglio.

L’asta è ad unico e definitivo incanto e si svolgerà a mezzo di offerte segrete in aumento sul  prezzo a base d’asta, ai sensi degli articoli 73 lett. C)  e 76,  R.D. 23.5.24 n. 827, alle condizioni di cui al capitolato d’oneri allegato al progetto di vendita.

L’aggiudicazione sarà effettuata a favore del concorrente che avrà offerto l’aumento più elevato sul prezzo a base d’asta.

Nel caso due o più concorrenti facciano la stessa offerta si applicherà l’art. 77, comma 1, R.D. 827/24.

Trova applicazione il comma 2 art. 72 R.D. 827/1924. Si procederà all’aggiudicazione anche se dovesse pervenire una sola offerta, purché valida.

I concorrenti, per essere ammessi alla gara dovranno far pervenire, entro le ore 12,00 del giorno 22/10/2021 al protocollo dell’Ente al seguente indirizzo COMUNE DI LARIANO PIAZZA S. EUROSIA n° 1 – 00076 LARIANO (RM), un plico debitamente sigillato con ceralacca o con modalità di sigillatura comunque idonea a garantire l’ermetica e inalterabile chiusura del plico e controfirmato sui lembi di chiusura, che dovrà chiaramente indicare il mittente e la scritta:

OFFERTA PER L’ASTA DEL GIORNO 22/10/2021 ORE 12.00 RELATIVA ALLA VENDITA DEL MATERIALE LEGNOSO RITRAIBILE DALLA SEZIONE BOSCHIVA N. 21COLLE DELLA NOCE SUB LOTTO “CELESTE”, DI PROPRIETA’ COMUNALE .

Oltre detto termine non sarà presa in considerazione nessuna offerta, anche se sostitutiva di altra offerta precedente.

Dentro al plico in busta chiusa e sigillata con ceralacca o con modalità di sigillatura comunque idonea a garantire l’ermetica e inalterabile chiusura del plico dovranno essere presenti due buste chiuse e sigillate come sopra specificato, denominate:

- busta A “Documentazione”

- busta B “Offerta economica”

 

La busta A “Documentazione” dovrà contenere:

1) istanza di partecipazione redatta secondo l’allegato MODELLO A sottoscritta e con fotocopia del documento valido recante la firma del legale rappresentante della Ditta o da persona abilitata per Legge alla presentazione dell’offerta, in cui si dichiari ai sensi del D.P.R. 445/00:

  1. che l’impresa è iscritta all’Albo Provinciale/Regionale delle ditte boschive;
  2. di aver preso visione dell’avviso di asta e di accettare tutte le condizioni in esso contenute;
  3. di essersi recato sui luoghi oggetto della gara, di aver preso visione della sezione boschiva da tagliare e delle condizioni locali, nonché di aver considerato tutte le circostanze, generali e particolari, che possono influire sull’esecuzione dei lavori e sulla determinazione del prezzo offerto e, di conseguenza, di aver formulato prezzi remunerativi e tali da consentire l’offerta che sta per fare, considerando che gli stessi rimarranno fissi ed invariabili;
  4. di aver effettuato la valutazione dei rischi ai sensi del DLgs 81/2008 nonché di aver adempiuto agli obblighi dallo stesso previsti e di aver tenuto conto, nella formulazione dell’offerta, di tutti i costi inerenti e conseguenti all’applicazione delle misure necessarie a garantire la sicurezza dei lavoratori e per la redazione del piano di sicurezza;
  5. di aver preso visione degli elaborati tecnici, delle condizioni contrattuali, del Capitolato tecnico e delle condizioni relative alla utilizzazione del materiale oggetto della vendita, con particolare riferimento alle situazioni di rischio presenti, e di accettarli integralmente senza alcuna eccezione;
  6. di impegnarsi a versare il prezzo offerto entro le scadenze previste dal bando di gara e a mantenere valida l’offerta fino a 180 giorni dopo l’aggiudicazione provvisoria;
  7. di impegnarsi a consegnare presso il magazzino comunale di via Urbano IV, n. 100 passoni del diametro in testa di cm 10÷12, della lunghezza di m 2,50, ai fini dell’impiego nell’arredo urbano;
  8. di non trovarsi in alcuna delle condizioni di esclusione dalla contrattazione con le pubbliche amministrazioni, ai sensi degli artt. 120 e seguenti della legge 689/1981;
  9. che a carico del titolare (se l’offerta è presentata da ditta individuale), di tutti i soci (se l’offerta è presentata da società in nome collettivo e in accomandita semplice), di tutti gli amministratori muniti di rappresentanza (se l’offerta è presentata da altri tipi di società) e del direttore tecnico non è pendente alcun procedimento per l’applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all’art. 3 della legge 1423/1956 o di una delle clausole ostative previste dalla legge 575/1965 e che nei suoi e loro confronti non è stata mai pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza ai sensi dell’art. 444 del CPP, per gravi reati in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale o per delitti finanziari;
  10. che l’impresa gode il pieno e libero esercizio dei propri diritti e non si trova in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o di qualsiasi altra situazione equivalente, non in corso a proprio carico un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni, non versa in stato di sospensione o cessazione dell’attività commerciale e che nessuna di tali procedure si è verificata a carico dell’impresa stessa nell’ultimo quinquennio;
  11. che l’impresa è iscritta, come ditta boschiva, alla CCIAA competente per territorio;
  12. che l'impresa mantiene le seguenti posizioni previdenziali ed assicurative:
  • INPS: sede di _____________________, matricola n. _________________ (nel caso di iscrizione presso più sedi indicarle tutte);
  • INAIL: sede di ______________________, matricola n. ________________ (nel caso di iscrizione presso più sedi indicarle tutte)

e che l'impresa stessa è in regola con i versamenti nei riguardi dei predetti Enti;

  1. di applicare integralmente tutte le norme contenute nel contratto collettivo nazionale di lavoro e dei relativi accordi integrativi, applicabili ai lavori da eseguirsi e di impegnarsi all’osservanza di tutte le norme anzidette nei confronti dei propri dipendenti;
  2. di non aver commesso gravi infrazioni debitamente accertate, attinenti l’inesistenza, a carico dell’impresa, di violazioni gravi, definitivamente accertate , alle norme in materia di contribuzione sociale secondo la legislazione italiana o del paese di provenienza;
  3. l’inesistenza di violazioni gravi, definitivamente accertate, attinenti alle norme in materia di sicurezza e ad ogni obbligo derivante dai rapporti di lavoro;
  4. l’inesistenza, a carico dell’impresa, di irregolarità, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui l’impresa è stabilita;
  5. di essere in regola con la normativa di cui alla legge 13/9/82, n. 726 e con al legge 23/12/82, n. 936;

2) quietanza di versamento presso la Tesoreria Comunale del deposito provvisorio a garanzia dell’offerta di € 2.900,00 (pari al 10% del prezzo a base d’asta). Per coloro che non avessero potuto effettuare tale deposito in tempo utile, è consentito di effettuarlo prima della apertura della gara, nelle mani del Presidente, in numerario o assegni circolari pari importo intestati al Comune di Lariano. In caso di aggiudicazione il deposito verrà restituito contestualmente alla firma del contratto.

3) un certificato/dichiarazione rilasciato/a dalla Regione Carabinieri Forestali competente per territorio, di data non anteriore a mesi tre a quella della gara, attestante l’idoneità a concorrere all’esperimento dell’asta per il lotto boschivo messo in vendita. I concorrenti che esercitano la loro attività in Regioni/Province in cui ai Carabinieri Forestali, per normative specifiche di quella Regione/Provincia, non competa il rilascio del suddetto certificato/dichiarazione, dovranno comunque produrre certificazione di idoneità a concorrere all’esperimento dell’asta per il lotto boschivo messo in vendita rilasciata dai competenti Pubblici Uffici.

4) eventuale procura speciale nel caso che il concorrente partecipi alla gara a mezzo di un proprio incaricato. Tale procura, sarà debitamente legalizzata ove occorra.

 

La busta B “Offerta economica” dovrà contenere:

l’offerta, redatta secondo  I’allegato MODELLO B, con marca da bollo del valore corrente, e dovrà indicare l’aumento percentuale così in cifre come in lettere sul prezzo a base d’asta sottoscritta con firma leggibile e per esteso.

Non si darà corso, inoltre, all’apertura del plico (contenente i documenti e la busta della offerta), che non sia sigillato con ceralacca o con modalità di sigillatura comunque idonea a garantire l’ermetica e inalterabile chiusura del plico e controfirmato sui lembi di chiusura e sul quale non sia stata opposta la dicitura indicata nel presente avviso e contenente la specificazione dell’asta oppure non sia stato apposto l’esatto indirizzo. Si farà luogo all’esclusione dall’asta anche nel caso manchi o risulti incompleto o irregolare alcuno dei documenti richiesti, salvo i casi previsti dall’istituto del “soccorso istruttorio” nell’ambito del procedimento amministrtativo.

Resta inteso, che il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, non dovesse giungere a destinazione in tempo utile.

L’apertura dei plichi, pervenuti entro la data e ora di scadenza dell’avviso, avverrà il giorno stesso alle ore 13,00 presso gli Uffici dello scrivente Settore V Ambiente, del Palazzo comunale sito in piazza S. Eurosia, 1 – 00076 Lariano (Roma).

 

Per gli atti inerenti la gara rivolgersi al SETTORE V AMBIENTE - Ufficio Patrimonio Boschivo, Responsabile dell’Area Dott. Pian. Antonino Tuzi nelle ore di ufficio  06 96499229, email antonino.tuzi@comune.lariano.rm.it.

Per quanto altro non detto nel presente avviso si fa espresso riferimento al capitolato d’oneri ed al R.D. 23.05.1924 n° 827 e successive modifiche ed integrazioni.

 

Lariano 06/10/2021

Il Responsabile del Settore V Ambiente

           Dott. Antonino Tuzi

 

 

Pubblicazioni ai sensi dell'art. 29 D.lgs. 50/2016

Nome Data pubblicazione Categoria
Modello A - Istanza 07/10/2021 09:30 Altri Documenti
Modello B - Offerta economica 07/10/2021 09:31 Altri Documenti